2 Mundialito 2014

 

 

Vincono le Taverne all'ultimo respiro su Ponte Grosso. Sorpresa negativa Amici di Cantarana: Baragna elimina Gerbard


VILLA PARK. Si apre la nuova stagione, ma la scena è la stessa di chiusura del 2013: Taverne in trionfo. E se un anno or sono era la vittoria dei Borghi, si ricomincia adesso con la seconda edizione del Mundialito Villafranchese.

IN ZONA CESARINI
E' una rete allo scadere del solito New Holland Brignolo, visibilmente sofferente a una caviglia in seguito a uno scontro  sospetto con il Magno, a decidere una finale scorbutica, caratterizzata da tre ammonizioni e destinata a uno 0-0 più consono al calcio a 11. Seguendo lo stesso copione si era chiusa la semifinale contro i Piedi Fumanti, in rimonta da 1-2 a 3-2. Un segnale di una condizione atletica già brillante in vista di appuntamenti maggiormente impegnativi, ma non solo: doti tecniche indiscutibili, d'altronde, nei piedi diNigoz e del giovane Imed Majane, in crescita esponenziale. E a proposito di futuro, con Gigi Tartara prestato per l'occasione agli Amici di Cantarana, è pronto il diciassettenneMattia Maggiano, erede designato al trono.

GIRONE EQUILIBRATO 
Delicatissimo equilibrio nel girone al termine del quale tutte le squadre, in termini di classifica, si sono trovate a strettissimo contatto dietro la capolista Ponte Grosso. Fuori a sorpresa gli Amici di Cantarana, superati nell'ultimo match decisivo dai Piedi Fumanti spronati da un Baragna mai così determinato con l'obiettivo di eliminare Gerbard, nemico numero 1.   

AMICI DI CANTARANA: IL FLOP
Fuori dunque una squadra considerata temibile ai nastri di partenza, finalista della prima edizione, e che poteva usufruire del prestito d'onore Gigi Tartara, dell'estro slavo dei fratelli Simon e dell'esperienza dei Gerbards. Qualificazione fallita, peraltro, nonostante una serie di decisioni arbitrali favorevoli tra le quali spicca la mancata espulsione di Gerbard sr. nel match di apertura con gli Otto Stronzi (fallo ai danni dell'imprendibile Aniello lanciato a rete, solo cartellino giallo), gara peraltro conclusa poi con l'unica vittoria della serata (1-0 rete di A.Simon).

AGORA' OTTO STRONZI: IL CUORE
Una rosa ampissima falcidiata da qualsiasi disavventura e mortificata del pacco di Caccamoche rigetta la convocazione. Per arrivare al numero minimo di giocatori è necessario recuperare il sempre compassato Bobby Canta e rispolverare il Puma, un giocatore di cristallo ormai infortunato da anni, che in realtà si comporta discretamente con una sapiente gestione in chiave tattica. E poi, tra i pali, wild card al Magno: la Grande Muraglia comincia bene ma cala nel finale. Da segnalare le vittorie (ai rigori) con i campioni delle Taverne e la pioggia di reti infilata a Baragna (8-4). Poi il crollo in semifinale. No duracell.

PONTE GROSSO: PER UN SOFFIO
Test importante per Ponte Grosso che finalmente schiera il sogno proibito Faiçal Ait, strappato al Centro e lauratosi capocannoniere del torneo. I Vary e compagni tornano a disputare una finale dopo sei anni (sconfitta ai supplementari proprio con il Centro ai Borghi 2008) ma patiscono troppo El Tractor Brignolo, autore di tutte le reti nel 3-0 del girone e nell'1-0 della gara conclusiva. Forse con Marcovary - costretto a lasciare a metà serata - avrebbe potuto finire diversamente.

PIEDI FUMANTI: AVANTI D'ESPERIENZA  
Guidati da un motivatissimo Baragna ("il Mundialito è l'unico trofeo locale che non ho mai vinto") ma penalizzati da una carta d'identità piuttosto appesantita, i podologi sono l'unica squadra a superare le Taverne entro il tempo regolamentare: 1-0 con rete di Popi. Il tentativo successivo effettuato in semifinale, infatti, termina con le reti di Bergo e Imed che rovesciano il risultato tradendo, con l'eccezione della mina vagante Lioi, una forma atletica più da grigliata che da competizione agonistica. La compagine che rappresenta questo sito regala però una delle emozioni più forti della serata, con la vittoria nell'ultimo match dentro-fuori ai danni degli Amici di Cantarana.

PARENTESI METEO 

Ma oltre alle Taverne vince qualcun altro: il profeta McKenzie. Contro tutte le previsioni di ogni fonte specializzata che preannunciano un violento temporale sul Villa Park nelle ore serali, il bracioliere salentino - ma dal cognome che tradisce chiare origini scozzesi - azzecca il contropronostico anticipando l'assenza di precipitazioni. Novello Giuliacci.    

PREMI
Capocannoniere del torneo Ait con 10 centri davanti a Lioi (6), poi Bobby Canta, Nigoz Brignolo (5) e Popi (4). Consegna del trofeo mercoledì 11 contestualmente alla seconda edizione del Master Over 40. 


I TABELLINI DEL GIRONE ELIMINATORIO

AGORA' 8S - AMICI DI CANTARANA 0 - 1 
Rete: A.Simon
Note: ammonito F.Gerbi; Zedda (A8S) calcia a lato un rigore all'ultimo minuto.

PIEDI FUMANTI - TAVERNE 1 - 0
Rete: Popi Boano

PIEDI FUMANTI - PONTE GROSSO 1 - 3
Reti: Popi Boano (PF), 2 L.Varino e Ait (PG)

AMICI DI CANTARANA - TAVERNE 1 - 5
Reti: Bisco (AC), Brignolo, 2 Nicotra, aut.F.Gerbi, Bergoglio (T)

TAVERNE - PONTE GROSSO 3 - 0
Reti: 3 Brignolo

AGORA' 8S - PIEDI FUMANTI 8 - 4
Reti: 4 Canta, 2 Amolaro, D.Demaria e Amolaro (A), 3 Lioi e Popi Boano (PF)

AGORA 8S - TAVERNE 5 - 3 dr (2-2, 3-1)
Reti: 2 Amolaro (A), 2 Nicotra (T)    
Sequenza rigori: Amolaro (A) rete, Bartoli (T) fallito, O.Zedda (A) rete, Nicotra (T) rete, D.Demaria (A) rete

AMICI DI CANTARANA - PONTE GROSSO 4 - 5 dr (2-2, 2-3)
Reti: E.Simon e Bisco (AC), 2 Ait (PG)
Sequenza rigori: F.Gerbi (AC) rete, Gigante (PG) rete, Bisco (AC) fallito, Ait (PG) rete, A.Simon (AC) rete, Lombardi (PG) rete

AMICI DI CANTARANA - PIEDI FUMANTI 3 - 4
Reti: M.Gerbi, E.Simon e Bisco (AC), Popi Boano, Sacco e 2 Lioi (PF)

AGORA' 8S - PONTE GROSSO 3 - 5
Reti: Canta, D.Demaria e aut.L.Varino (A), 4 Ait e Bocchino (PG)

CLASSIFICA GIRONE: PONTE GROSSO 8, TAVERNE 7, PIEDI FUMANTI 6, AGORA' OTTO STRONZI 5, AMICI DI CANTARANA 4

SEMIFINALI

TAVERNE - PIEDI FUMANTI 3 - 2
Reti: Nicotra, Bergoglio e Majane (T), Lioi e Sacco (PF)

PONTE GROSSO - AGORA' 8S   5 - 0
Reti: 3 Ait, Lombardi e Bocchino

FINALE

TAVERNE - PONTEGROSSO 1 - 0
Rete: Brignolo
Note: ammoniti Ait (PG), Maggiani e Bergoglio (T).

LE ROSE CON I 36 PROTAGONISTI
AGORA' 8S: Magnetti, D.Demaria, Canta, O.Zedda, Sticca, Amolaro.
AMICI DI CANTARANA: Tartara, F.Gerbi, M.Gerbi, Bisco, A.Simon, E.Simon, Reviglio, Bonello.
PIEDI FUMANTI: Forneris, Sacco, Trova, Cerrato, P.Boano, A.Tarditi, Lioi.
PONTE GROSSO: Gigante, Margotta, Bocchino, L.Varino, M.Varino, Lombardi, F.Ait, Giardina, Serratore.
TAVERNE: Maggiano, Majane, Brignolo, Nicotra, Bartoli, Bergoglio.

 

MUNDIALITO: TRIONFO DELLE TAVERNE

Un altro trofeo nella bacheca dei detentori del Torneo dei Borghi

 


VILLA PARK. Con una rete - l'unica della gara - di New Holland Brignolo all'ultimo respiro, le Taverne, detentrici del Torneo dei Borghi 2013, superano in finale i cugini di Ponte Grosso aggiudicandosi la seconda edizione del Mundialito Villafranchese. In semifinale eliminati rispettivamente Piedi Fumanti e Agorà Otto Stronzi. Fuori a sorpresa nel girone gli Amici di Cantarana. Seguirà servizio completo.

MUNDIALITO: LE ULTIME DAI RITIRI

La situazione a meno di un'ora dal via (h 19:45). Meteo: per ora ha ragione McKenzie

 


VILLA PARK. Mercato in fermento fino alle ultime ore con giocatori eligibili per più squadre, fino a tre (vedi ad esempio Fischio o Lioi schierabili con Amici di Cantarana, Otto Stronzi e Piedi Fumanti). Ad animare le trattative si sono aggiunti i recenti infortuni, in particolare quelli di Silda (contrattura all’inguine) e Dida (ferita al pollice).

VALZER DI PORTIERI
E proprio l’indisponibilità dell’estremo difensore paulista, insieme a quella di Toni Cannizzaro, sta scatenando un giro di portieri non indifferente. Al riguardo, con Giga che dovrà necessariamente difendere la porta di Ponte Grosso, gli Otto Stronzi rimarrebbero senza giocatore di ruolo, ma se i capitani fossero d’accordo è già pronta una wild card per ilMagno che comunque era tesserato per il club nella stagione 2012/13. Le Taverne, dal canto loro, con enorme fair play schiereranno il giovane Maggiani prestando per una voltaGigi Tartara agli Amici di Cantarana. Saldo e indiscutibile il poliedrico Baragna tra i pali dei Piedi Fumanti.

SFIGATI O STRONZI? 
Otto Stronzi? Meglio definirli Cinque Sfigati per come si presenteranno all’appuntamento. Forti della folta rosa di partenza il club del player manager Silda non ha esitato a cedere i giocatori a doppia eligibilità per fare cassa. Il risultato? Oltre al portiere, solo quattro giocatori di movimento disponibili (Togoz, Bobby Canta, Amolaro e Aniello). Convocato anche ilPuma, ormai infortunato cronico, praticamente un giocatore di cristallo, che proverà un improbabile recupero alla Giuseppe Rossi. Caccamo: dove sei nel momento del bisogno?

FISCHIO: NESSUNA IRREGOLARITA'

Sospiro di sollievo per l'Agorà Otto Stronzi: con un comunicato diramato nel pomeriggio l'Uefa comunica che non vi è nessuna irregolarità da parte di Claudio Fischio che detiene anche un pacchetto azionario degli Amici di Cantarana. Pare che, durante il sopralluogo dei delegati di federazione, Fischio abbia aggiustato tutto con un paio di Mojitos a gratis. Gli ispettori, peraltro, sono gli stessi, integri e ineccepibili, che diedero il disco verde ai mondiali in Qatar.

LA TELENOVELA AIT AL TERMINE?
Dopo anni e anni di trattative, probabilmente questa sera Faical Ait vestirà la maglia di Ponte Grosso per la prima volta nella sua carriera. D'altronde si parlava da lungo tempo di un suo malessere all'interno dello spogliatoio del Centro: trattenuto, fino alla stagione scorsa, solo dai trionfi raccolti, è ormai maturo il tempo del cambio di scuderia.

I PROBABILI QUINTETTI 
A meno di operazioni di mercato dell'ultim'ora da non escludere, di seguito le probabili formazioni:
Agorà Otto Stonzi:  Magno Togoz Amolaro Canta Aniello
Amici di Cantarana: Tartara fratelli Gerbards Fischio A.P.Simon
Piedi Fumanti: Baragna Lioi Gnappa Gavoci Popi
Ponte Grosso: Giga Lucavary Marcovary F.Ait Lombardi
Taverne: Maggiano New Holland Nigoz Majane Bartoli

REMINDER
Kick off h 19:45. In caso di pareggio nel girone si tirano tre rigori antibiscotto per squadra. Massimo tre tesserati FIGC in campo contemporaneamente. Gare a tempo unico di 20'.

CONDIZIONI METEO
Nuvoloso ma non piove. Stai a vedere che McKenzie aveva ragione.
 

 

 

MUNDIALITO: McKENZIE CONTRO TUTTI

 

 

 

Dopo la previsione di ieri il nostro grafico-bracioliere torna parzialmente sui suoi passi: "Tranquilli, non pioverà. E se piove nessun problema per le salsicce: l'area ristoro è al coperto"


VILLA PARK. Ormai siamo tutti con il naso all'insù, in diretta, con l'ansia di verificare se la profezia di McKenzie (nella foto) è realtà. "Non pioverà" aveva detto ieri il factotum salentino, quando gli organizzatori studiavano eventuali soluzioni di emergenza. Contro tutti e tutto: previsioni meteo televisive, siti internet specializzati, senza dimenticare la carta stampata. Salvo poi aggiustare il tiro questa mattina: "E anche se piovesse, la cena non potrà essere rovinata: l'area ristoro è al coperto, con la maggior parte dei posti a sedere protetti dalla tettoia della Polisportiva. Anzi, adesso che ci penso, forse è meglio rinviare il torneo, così potremmo braciolare per due serate anzichè una".

EVENTUALE RINVIO
Qualora non vi fossero le condizioni per disputare la manifestazione oppure si presentasse la necessità di una sospensione a gare iniziate, il torneo verrà posticipato presumibilmente a giovedì o venerdì. A tale proposito il Comitato Organizzatore si riserva di consultare i capitani delle cinque squadre. 

 


 

 

 

MUNDIALITO: FISCHIO SOTTO INCHIESTA

 

 

A poche ore dal kick off ipotesi conflitto d'interessi: gli Otto Stronzi a rischio esclusione


VILLA PARK. Gli sviluppi degli ultimi giorni potrebbero davvero condurre a risvolti esplosivi nell’inchiesta che vede implicato Claudio Fischio (nella foto). Il fatto contestato è quello conosciuto, di cui si sta parlando da lungo tempo negli ambienti sportivi all'ombra del Villa Park: la partecipazione dello stesso Fischio nell’azionariato di due delle cinque compagini iscritte al Mundialito, gli Amici di Cantarana e l’Agorà Otto Stronzi. La posizione dell'ex Tecnopompe, infatti, non sarebbe compatibile con una delle recenti norme antibiscotto che impedisce a uno stesso soggetto di detenere pacchetti azionari di due club differenti. Gli ispettori dell’Uefa, intanto, sono al lavoro presso le rispettive sedi societarie al fine di vagliare la situazione con dovizia di particolari. Se l’irregolarità fosse confermata l'Agorà Otto Stronzi - secondo dei due sodalizi ad essere acquisito in ordine di tempo dal magnate triversino - potrebbe vedersi ritirata la licenza per disputare il Mundialito. Al suo posto è già pronto il Torino.
 

 

MUNDIALITO, UN SOLO IMPERATIVO: MANGIARE

 

La sostenibilità delle manifestazioni dipende dalle consumazioni di giocatori e pubblico: contribuite anche voi ordinando birra e salsiccia in abbondanza. Intanto incombe il maltempo. McKenzie: "Nessuna preoccupazione: non pioverà"


VILLA PARK. Ci siamo. La calda estate del Villa Park parte mercoledì sera alle 19:45 con la seconda edizione del Mundialito Villafranchese che vede ai nastri di partenza le maggiori espressioni di calcio a 5 locale. Un evento, ricordiamo, reso possibile dalla Polisportiva che fornirà l'utilizzo degli impianti a condizioni superagevolate. Che in futuro potranno rimanere tali solo se il rientro delle spese sostenute avverrà per altri canali, sostanzialmente in termini di consumazioni. Il nostro grafico McKenzie (vedi foto) per l'occasione vestirà i panni di bracioliere sfornando grigliate e panini nell'apposita area ristoro. Insomma, per mantenere viva la manifestazione non vi si chiede che un sacrificio: portare qualche parente o amico particolarmente affamato con il quale sedersi a tavola, dopodichè mangiare mangiare mangiare innaffiando la questione con un paio di birre. Nella vita c'è decisamente di peggio.

POLISPORTIVA E SOCIALE: IL PROGETTO 3S
Oltre a permettere la realizzazione degli eventi estivi, ricordiamo che la Polisportiva stessa è impegnata nell'ambizioso Progetto 3S che porterebbe sul fondo dell'Old Villa Park un manto in erba sintetica migliorando sensibilmente la qualità del campo di gioco. Il nuovo terreno potrà essere utilizzato, oltre che dall'intera galassia Villans dagli adulti a scendere verso tutte le categorie giovanili, anche dalla parrocchia e dalle scuole. Chiunque può contribuire attraverso una donazione o anche un prestito il cui capitale è garantito dal gruppo Intesa San Paolo.

MALTEMPO: McKENZIE RASSICURA TUTTI 
Tornando al Mundialito, il nostro grafico e bracioliere si improvvisa anche meteorologo: a sua detta mercoledì sera non vi sarà maltempo a disturbare la manifestazione. Non per sfiducia ma, appresa questa dichiarazione, il Comitato Organizzatore invita tutti a toccarsi nelle zone basse per ovvi motivi scaramantici. Il Comitato stesso informa che, nella remota possibilità di errore di valutazione da parte di McKenzie, il torneo troverà la sua prosecuzione giovedì oppure venerdì sera.   

VIGILIA FALCIDIATA DALLE ASSENZE
Intanto con l'avvicinarsi del kick-off sale l'apprensione nelle infermerie delle cinque contendenti: particolarmente in fermento quella degli Otto Stronzi a cui mancheranno Dida(ferita profonda al pollice) e Lazzaro Silda (seria contrattura all'inguine che esclude l'ipotesi di uno dei suoi miracolosi recuperi). Il dottor Castellacci proverà a ristabilire il Puma che però è ormai infortunato ininterrottamente da sette stagioni e forse non ha neanche più le scarpe (deve cercarle in cantina). Assente ingiustificato Caccamo del quale non è ancora pervenuto alcun certificato medico. 

LA PREMIAZIONE
Con una nota il Comitato Organizzatore rende noto che squadra vincente verrà premiata mercoledì 11 in occasione del 2° Master Over 40.

 

MUNDIALITO: IL SORTEGGIO

Si parte subito con il derby dell'Agorà tra Otto Stronzi e Amici di Cantarana. Rischio biscotto già palpabile. L'esclusione dei Mojito Boys scatena la reazione indignata del Pelle


VILLA PARK. Lungo il Triversa serata con gli appassionati locali completamente concentrati su sorteggio del Mundialito 2014 e avvio del conto alla rovescia verso mercoledì 4 giugno quando, sui sintetici del Villa Park dalle h 19:45, scenderà in campo il meglio del calcio a 5 autoctono. Dall'urna debutto del torneo con il doppio confronto Agorà Otto Stronzi - Amici di Cantarana e Piedi Fumanti - Taverne. Poi entrerà in gioco Ponte Grosso con il tremendo filotto di quattro gare consecutive che potrebbe crudelmente allungarsi in caso di qualificazione. 

BISCOTTOMANIA 
Ma l'attenzione dei più esperti commentatori della piazza volge immediatamente all'ultima giornata, quando la tentazione di accordi sotto banco (e a volte neanche tanto) di talune squadre possono giocare scherzi spiacevoli ad altre. Vittima impotente, stavolta, potrebbero essere le Taverne che nel turno conclusivo riposeranno lasciando il campo ad eventuali aggiustamenti delle restanti contendenti. E quell'abbraccio che vedete nella parte destra della foto, in un angolo, come nel tentativo di passare inosservati, tra Baragna e Gerbard(Piedi Fumanti e Amici di Cantarana si affronteranno proprio al termine del girone), parla già in maniera eloquente. New Holland è avvisato.

LA RIVENDICAZIONE DEI DETENTORI
Intanto l'assenza nel torneo dei Mojito Boys, detentori della manifestazione, manda su tutte le furie il Pelle. Telefonate, SMS, pressing psicologico e minacce neanche troppo velate svolazzano liberamente in zona Villa Park all'indirizzo dell'organizzazione che, dal canto suo, giustifica il mancato invito con l'inattività della squadra da oltre un anno.

AL VAGLIO LA POSIZIONE DI CLAUDIO FISCHIO
Intanto è sotto osservazione da parte degli ispettori federali la posizione di Claudio Fischioche risulterebbe nell'azionariato di due delle società partecipanti: l'Agorà Otto Stronzi e gli Amici di Cantarana. Ricordiamo che le normative UEFA vietano tale promiscuità con l'obiettivo di arginare eventuali quanto imbarazzanti conflitti d'interesse. Il sorteggio, fortunatamente, è stato provvidenziale: come detto le due compagini saranno una di fronte all'altra nel match d'apertura limitando al minimo i sospetti di biscottamento. Come ogni anno vero e proprio tormentone della calda estate Polisportiva.

 
 
 
 
MUNDIALITO: IL SORTEGGIO

Giovedì sera al Villa Park (h 21:30) presentazione della seconda edizione e definizione del calendario. Poi appuntamento in campo per mercoledì 4 giugno. Ma ci sono già polemiche sulla formula da parte di Dib, player manager dei Piedi Fumanti: "E' massacrante. Meno faticoso il Cammino di Compostela"



VILLA PARK. Dopo un anno di riflessione in seguito ai poco edificanti fatti della finale dei Borghi 2012, torna ilMundialito Villafranchese, competizione alla sua seconda edizione che vede in lizza tutte le espressioni locali di calcio a 5. In una sola serata (mercoledì 4 giugno a partire dalle 19:45), dunque, si affronteranno le Taverne di Oscar New Holland Brignolo (campione Torneo dei Borghi), gli Agorà Otto Stronzi di Dida e Aniello (campione CSI), i Piedi Fumanti di Dinamite Popi (campioni di braciolate ma non solo, campioni anche di Caccamo Cup), il Ponte Grosso del clan Vary (squadra distintasi negli anni per fair play) e gli Amici di Cantarana - al solito special guests della manifestazione - capitanati da Claudio Fischio. 

PRESENTAZIONE
Preambolo giovedì sera h 21:30 presso la Polisportiva: al meeting promosso dall'organizzazione parteciperanno i rappresentati delle cinque squadre. L'evento clou sarà certamente il sorteggio del calendario nel quale la dislocazione dei riposi tra una gara e l'altra ricopre un ruolo determinante. Entrata libera per addetti ai lavori e tifosi.

FORMULA 
Le cinque squadre - dunque una in più rispetto alla prima edizione – si affronteranno in un girone eliminatorio (tempo unico da 20') che prevede, in caso di parità, tre rigori per squadra (due punti vittoria ai rigori, un punto sconfitta ai rigori). Le prime quattro della graduatoria accedono in semifinale (in caso di pareggio va in finale la meglio classificata nel girone). Limite massimo di tre tesserati FIGC contemporaneamente in gioco. Gare su due campi a partire dalle 19:45, finale alle 22:45. 

LE FATICHE DI NEW HOLLAND

Una formula giudicata da alcuni massacrante, fortemente caldeggiata da New Holland che, dall'alto della sua dozzina di allenamenti settimanali, intende chiaramente travolgere gli avversari sotto l'aspetto atletico: almeno ottanta, infatti, saranno i minuti disputati per ciascuna squadra. Le finaliste arriveranno addirittura a 120' che, con un sorteggio sfortunato, potrebbero anche essere consecutivi. "E' una follia al termine di una stagione così logorante - chiosa indignato Dib dei Piedi Fumanti - do forfait, partirò per un più rilassante Cammino di Compostela".

LA SCORSA EDIZIONE
Nel 2012 trionfarono i defunti Mojito Boys del Pelle che superarono in finale gli Amici di Cantarana. Terzo classificato Verne, quarti i Piedi Fumanti. Capocannoniere fu proprio New Holland con 7 centri. Qui il link alla cronaca di quel giorno.



(Grafica by McKenzie)